Logo UNISA

#PanchinaRossaUNISA

Qui siede chi non guarda se non con gli occhi dell'amore, chi non possiede ma abbraccia, chi non giudica ma accoglie, e chi non fa spazio alla violenza
Maria Cristina Folino

L’Università di Salerno aderisce al progetto nazionale "Panchine Rosse". L’Ateneo celebra la “Giornata internazionale contro la violenza sulle donne”, con l’installazione della “Panchina Rossa Unisa” presso il campus di Fisciano. L’installazione permanente della Panchina intende rappresentare uno spazio idealmente occupato dalla presenza delle donne cadute vittime di violenza. Sulla Panchina Rossa Unisa è riportata una frase- simbolo, scelta tra le numerose proposte pervenute dalla comunità universitaria, tramite il contest promosso attraverso i canali social di Ateneo.

Unisa ringrazia tutti coloro che hanno partecipato al contest, raccogliendo in questa pagina tutte le frasi pervenute.
Un ringraziamento particolare alla disegnatrice Anna Padovani ("Donne di Carta"), che ha omaggiato il progetto con la realizzazione dell’opera “Ferite”, adottata come immagine rappresentativa della campagna.

I VOSTRI PENSIERI

L'uomo è il mero lettore della donna. Può essere attratto o deluso dalla sua storia, ma non può pensare di riscriverla

Cicatrice indelebile che solo il perdono e il ricordo potranno sfumare

Le strade libere le fanno le donne che le attraversano

Lo so quanto stai male e che cerchi di non pensare a tutto quello che purtroppo ti è successo, nasciamo da una donna, cresciamo con una donna e se un uomo non la rispetta ferisce prima sè stesso

La donna uscì dalla costola dell'uomo, non dai piedi per essere calpestata, non dalla testa per essere superiore ma dal lato, per essere uguale, sotto il braccio per essere protetta, accanto al cuore per essere amata
(William Shakespeare)

Una carezza di un cuore nobile cancellerà il dolore di un'anima ferita

Non innamorarti di una donna che legge, di una donna che sente troppo, di una donna che scrive. Non innamorarti di una donna colta, maga, delirante, pazza. Non innamorarti di una donna che pensa

Volli, sempre volli, fortissimamente volli

Nessuna frase può rispecchiare la profondità del vissuto corporeo femminile, non spogliamo il nostro corpo della propria complessità e vestiamolo della sua naturale sensualità

Niente occhiali da sole

Ho sempre amato la vita. Chi ama la vita non riesce mai ad adeguarsi, subire, farsi comandare
(Oriana Fallaci )

In memoria delle donne che hanno incontrato un amore "malato", attendendo invano che "guarisse"

Il sapere e la conoscenza nascono dalla diversità: rispetta chi ti siede accanto

La donna è come una ginestra nata per portare amore, sensibilità, bellezza e speranza su un terreno che senza di essa sarebbe vuoto, cupo e infertile. Far violenza su un essere così delicato, mostra solo la debolezza di chi ha compiuto l'atto, di non saper apprezzare il senso della vita

Chi sei? Eppure mi sembra di conoscerti, ritrovo nei tuoi occhi un po' di me! Perchè mi fai questo? Non mi ami? Anzi non ti ami? Eppure mi sembra di conoscerti, conosco quella voce! Perchè urli? Ora devo andare, devo, lasciami andare! Sto volando e tu? Tu cammini, solo, cammini cercando un altro te per rimproverare il vecchio te consapevole del mio volo ormai infinito

Chi ama protegge, non ferisce

C'eravamo seduti dalla parte del torto perche' tutti gli altri posti erano occupati
(Bertol Brecht)

La donna è un firmamento ma se un uomo non sa leggerle dentro vede solo la notte
(Alda Merini)

Nella culla del Sapere vi è una panchina..una panchina per sederci l'uno accanto all'altro e sapere che siamo tutti uguali

Ci siederemo dalla parte delle donne e i posti dalla parte dei soprusi resteranno deserti
(Bertol Brecht)

Siediti ed ascolta... voci di dignità violate risuonano struggenti! Alzati ed agisci...echi di rispetto consapevole risuoneranno vincenti

Un vero uomo ti conquista con la forza del proprio cuore, non con la forza delle proprie mani

The future is female

Un vero Uomo conquista con la forza del cuore... non delle mani

Donna che non sente dolore quando il freddo gli arriva al cuore quello ormai non ha più tempo se n'è andato soffiando il vento

Se non sai che cosa fare delle tue mani, trasformale in carezze

Per tutte le violenze consumate su di lei,per tutte le umiliazioni che ha subito,per il suo corpo che avete sfruttato,per la sua intelligenza che avete calpestato,per ignoranza in cui l'avete lasciata,per la libertà che le avete negato

Se istruisci un bambino avrai un uomo istruito. Se istruisci una donna avrai una Donna, una famiglia e una società istruita
(Rita Levi Montalcini)

La violenza è propria di un'idea maschile di vendetta. Una donna, se vuole vendicarsi, ti ignora

La violenza non è un raptus è un'idea di controllo

Mi ha ammazzata. Ma sono ancora viva

Se questo è un uomo io non sono uomo

è che non esistono uomini o donne, esistono persone, con idee, sentimenti, propositi e aspirazioni diverse. Persone che crescono, imparano, lavorano, vivono insieme. Perchè ognuno di noi è fondamentale nella vita di qualcun altro

Prima di fare del male rifletti perchè abbiamo un cervello che è stato fatto apposta per usarlo. Ognuno è libero di fare i propri sbagli se qualcosa non ti sta bene usa le parole per ribbelarti ma non le mani. Anche se è facile sfogare la propria rabbia con le mani o sei ferito, questo non ti da l'autorizzazione di farlo

La violenza è l'ultimo rifugio degli incapaci
(Isaac Asimov)

Don Chisciotte in realtà era una donna. Solo le donne, infatti, sanno combattere contro i mulini a vento senza farsi davvero del male, affrontando il vento senza volare via e i colpi sferzanti dell'acqua uscendone asciutte e più belle di prima
(Isabel Allende)

Quanto più la donna cerca di affermarsi come uguale in dignità, valore e diritti all'uomo, tanto più l'uomo reagisce in modo violento. La paura di perdere anche solo alcune briciole di potere lo rende volgare, aggressivo, violento

Mani che picchiano non avranno mai lo stesso colore del cuore

In questo Ateneo si insegna e si impara, prima di ogni altra disciplina, il rispetto per gli uomini e per le donne

Il mostro non dorme sotto il letto. Il mostro può essere un uomo che dorme accanto a te. E se questo è un uomo, io non sono un uomo

Nei momenti bui della vita prendi esempio dal girasole, alza la testa e cercalo tu, il tuo raggio di sole

Per tutte le violenze consumate su di lei, per tutte le umiliazioni che ha subìto, per il suo corpo che avete sfruttato, per la sua intelligenza che avete calpestato, per l?ignoranza in cui l'avete lasciata, per la libertà che le avete negato, per la bocca che le avete tappato, per le sue ali che avete tarpato, per tutto questo: in piedi, signori, davanti ad una donna
(William Shakespeare)

La violenza è l'ultimo rifugio degli incapaci
(Isaac Asimov )

Miei segni particolari: incanto e disperazione
(Wislawa Szymborska)

Non si sceglie di essere donna ma si sceglie di amare, essere libere, denunciare

Siedi, siedi pure, ti accoglierò con la dolcezza di una madre, la sapienza di una nonna, l'amore di una compagna, l'innocenza di una bambina, la generosità di una maestra, l'operosità di una lavoratrice, la sincerità di un'amica, l'immortalità di una dea, la costanza di un'atleta, l'onestà di una martire, la tenacia di un'esploratrice, e ti sussurrerò all'orecchio la storia di come ognuna di esse ha cambiato, in meglio, il mondo

La violenza sulle donne è una sconfitta per tutti

Solo un uomo piccolo usa la violenza su una donna per sentirsi grande

Ciò che mi spaventa non è la violenza dei cattivi, ma l'indifferenza dei buoni
(Martin Luther King)

Se il coraggo ti è negato va oltre il coraggio
(Emily Dickinson)

Di soavi fiori sciupati da venti folli che si lascian sgualciti all'ombra del pallido sole

Sono la voce di chi non ha più voce...sono la speranza che non vi sia più violenza

Fermati adesso, non sei più lo stesso, posa le armi senza toccarmi, fermati adesso, non sei più lo stesso

Qui siede chi non guarda se non con gli occhi dell'amore, chi non possiede ma abbraccia, chi non giudica ma accoglie, e chi non fa spazio alla violenza

Un giorno mi perdonerò del male che mi sono fatta, del male che mi sono fatta fare e mi stringerò così forte da non lasciarmi più
(E. Dickinson)

Siate sole come il sole

Non sederti anche tu ad aspettare il cambiamento di colui che confonde possesso con amore, che confonde una persona con un oggetto. Alzati e fatti notare, proprio come fa questa panchina. Non sei sola

Se nascerai uomo non dovrai temere d'essere violentato nel buio di una strada. Non dovrai servirti di un bel viso per essere accettato al primo sguardo, di un bel corpo per nascondere la tua intelligenza. Non subirai giudizi malvagi quando dormirai con chi ti piace
(Oriana Fallaci )

Nessuna Donna merita di essere spenta

Ciò che mi spaventa non è la violenza dei cattivi; è l'indifferenza dei buoni
(Martin Luther King )

Togliamo le spine da tutte le rose, asciughiamo le lacrime da ogni volto innocente, cerchiamo l'antidoto al veleno dell'ira e della ferocia. Doniamo un fiore, doniamo sorrisi, doniamo libertà. Troviamo la cura

La donna uscì dalla costola dell'uomo, non dai piedi per essere calpestata, non dalla testa per essere superiore ma dal lato, per essere uguale, sotto il braccio per essere protetta, accanto al cuore per essere amata
(William Shakespeare)

Donne. Ascoltavano il sangue ribollire nelle vene e le ferite aperte carminie eruttavano. Un graffio ancora ma il dolore è lontano. Oseranno rimarginarsi i solchi dell'anima? Opaca l'acqua rosso dolore rapida fra i capelli fino alla ribellione sgorgante, colante cade, tingendosi di rosso che dalla matura anima non osa fuggir via

Ho scelto di amare davvero. Ho scelto di amare me stessa. Ho scelto di essere libera

Un grido di dolore e poi il nulla ma nulla è per sempre, impariamo ad amarci insegniamo ad amare

Un messaggio per chi ogni giorno è vittima di violenza e non riesce a vedere la luce ed ha bisogno di qualcuno che gli dica: la luce c'è, basta solo aprire gli occhi e avere il coraggio di vivere nonostante tutto

Una panchina può essere il simbolo di una storia di donna. Ogni donna ha una sua panchina. Le panchine possono essere di tanti colori tante quante le storie delle donne. Ci sono tante donne che purtroppo siedono su panchine rosse, su panchine di violenza e discriminazione

Ero arrivata al punto di chiedere il permesso anche per amare, ma Amare è un diritto non una colpa