FILOLOGIA MODERNA

Immatricolazioni FILOLOGIA MODERNA

StrutturaDIPARTIMENTO DI STUDI UMANISTICI
Anno Accademico2020/2021
Tipo di CorsoCORSO DI LAUREA MAGISTRALE
NormativaD.M. 270/2004
Anni2
Crediti120
ClasseLM-14 - Classe delle lauree magistrali in Filologia moderna

La laurea magistrale in Filologia moderna (classe LM 14) afferisce al Dipartimento di Studi Umanistici con sede presso il Campus Universitario di Fisciano ed ha una durata legale di due anni.Per il conseguimento del titolo lo studente deve acquisire 120 CFU.

È possibile anche l'iscrizione a tempo parziale, secondo le regole fissate dall'Ateneo.

L'accesso al corso prevede una valutazione curriculare nelle discipline filologico-linguistico-storico-letterarie e una buona conoscenza della lingua straniera, oltreché una adeguata preparazione personale basata sul voto di laurea (100/110) conseguito al corso di studio triennale.

Per gli studenti che non siano in possesso di tali requisiti è previsto un colloquio nelle discipline curriculari che si può sostenere solo una volta all'anno.

La laurea magistrale in Filologia Moderna è strutturata nelle sue linee essenziali intorno ad alcune aree disciplinari fondamentali quali le filologie, le letterature, le lingue (anche straniere) e le Storie. Al fine di arricchire il quadro dell'offerta formativa in un'ottica di ampliamento delle competenze informatiche e procedurali necessarie alla moderna figura di intellettuale 'umanista', sono stati inclusi settori disciplinari, quali ad esempio il gruppo di discipline e laboratori "informatici", e il settore "metodologico".

Pertanto, allo scopo di orientare gli studenti all'interno di un'ampia varietà di opzioni disciplinari, l'offerta didattica del corso di studio magistrale è organizzata in due percorsi curriculari, che pur corrispondendo a figure professionali ben delineate, mantenengono un nucleo comune di discipline che consente a tutti i laureati di Filologia Moderna l'eventuale accesso alla carriera di docente. In particolare, l'intero percorso magistrale si articola in due curricula più un percorso di eccellenza per il conseguimento del doppio titolo italiano-francese.

Il primo include tra i suoi principali obiettivi quello di formare una figura professionale prevalentemente orientata a percorsi formativi per l'insegnamento di discipline linguistiche, storiche e letterarie insieme allo sviluppo di competenze necessarie a condurre progetti di ricerca in tali ambiti di studio. Il secondo curriculum si propone di formare una figura intellettuale operante nei settori della ricerca, dell' elaborazione e della diffusione dei prodotti culturali anche in formato digitale. In particolare, tale figura si caratterizzerà per la sua capacità di creare, analizzare e rielaborare diverse tipologie testuali in formati di varia natura (dal manoscritto all'archivio digitale e ai corpora elettronici) provenienti da epoche diverse al fine di renderli accessibili, adattandoli adeguatamente, agli utenti contemporanei.

Il percorso di eccellenza, istituito nell'a.a. 2016-2017 attraverso una convenzione internazionale tra l'Université Rennes 2 (Francia) – corso di studio magistrale «Master Lettres et Humanités, Parcours Littérature et Culture Italiennes» - e l'Università degli Studi di Salerno - corso di laurea magistrale in "Filologia Moderna" – è finalizzato ad un percorso formativo integrato che consente agli studenti di svolgere una parte della loro carriera universitaria presso l'Università degli Studi di Salerno e una parte presso l'Università di Rennes 2 ottenendo alla fine il rilascio del titolo di studio magistrale da parte di entrambe le università.

Per ogni anno accademico potranno iscriversi al percorso di eccellenza 4 studenti di ciascuna Università ai quali sarà assegnata una borsa di studio secondo le modalità di selezione previste dal Regolamento dell'Ateneo di appartenenza.

Gli obiettivi formativi specifici, i risultati di apprendimento attesi e le modalità di verifica dell'effettivo apprendimento, nonché i profili professionali in uscita sono sostanzialmente e complessivamente affini ed equivalenti al corso d'origine, ma allo stesso tempo tale percorso offre agli studenti la possibilità di sperimentare metodologie scientifiche e didattiche diverse ed in parte nuove, di acquisire il livello C1 nella lingua straniera orale e scritta e di conoscere i diversi sistemi di accesso alle professioni dei due paesi.

Dal punto di vista degli sbocchi occupazionali il riconoscimento del titolo di entrambe le università consente di inserirsi nel mondo del lavoro e della formazione di entrambi i paesi, potendo accedere direttamente ai ruoli e soprattutto ai concorsi nei quali il titolo di Laurea magistrale o Master Lettres è richiesto.Questa condizione non è infatti garantita dal normale titolo di studio del singolo paese che, per essere spendibile in altro paese europeo, ha bisogno di una complicata procedura ministeriale di riconoscimento dell'equivalenza.

Tutte le informazioni sono rese disponibili al link riportato di seguito.

Infine, allo scopo di favorire l'ingresso nel mondo del lavoro, tutti i percorsi prevedono periodi di tirocinio, in Italia e/o all'estero, presso Enti e/o aziende convenzionate e periodi di studio all'estero attraverso la partecipazione a bandi Erasmus.

Esperti nella progettazione di percorsi formativi

Funzione nel contesto lavorativo

Tale figura professionale si occupa di:

-curare aspetti organizzativi della didattica inclusa la programmazione e la progettazione di moduli formativi

-partecipare a progetti di formazione

-applicare le nuove tecnologie in contesti professionali specifici

-applicare la conoscenza della lingua straniera in contesti specifici

Competenze associate alla Funzione

-Capacità di applicare i principi e i metodi per la progettazione formativa e curricolare e per la misurazione degli effetti della formazione.

-Capacità di applicare le conoscenze della letteratura e della lingua italiana nella sua dimensione diacronica

-Saper utilizzare le conoscenze della lingua e letteratura latina in contesti specifici

-Capacità di analisi filologica e critica di testi appartenenti a epoche e generi diversi

-Capacità di analizzare criticamente gli eventi storici, le loro cause e gli effetti sulle civilizzazioni e sulle culture

-Capacità di utilizzare gli strumenti propri del sapere geografico in una dimensione didattica

-Capacità di comunicazione linguistica che gli consente di intervenire nella redazione e revisione di testi di vario genere

-Capacità di utilizzare la lingua straniera in contesti specifici

- Capacità di adattare attrezzature e tecnologie per far fronte a bisogni formativi specifici

Sbocchi Professionali

Il laureato magistrale in Filologia Moderna potrà svolgere attività professionali nella formazione superiore presso enti pubblici e privati. I Laureati in Filologia Moderna che avranno acquisito i crediti necessari previsti dalla legislazione vigente per l'accesso alle classi di concorso nelle discipline umanistiche, possono prevedere come sbocco lavorativo l'insegnamento nella scuola secondaria di primo e secondo grado, una volta completato il processo di abilitazione previsto dalla legge.

I laureati posono partecipare a dottorati di ricerca nazionali e internazionali nei settori linguistici, letterari, filologici e di informatica umanistica.

Digital curator, operatori e consulenti culturali

Funzione nel contesto lavorativo

Tale figura professionale si occupa di:

-curare la redazione e gli aggiornamenti lessicografici

-analizzare ed emendare testi appartenenti a epoche e generi diversi (manoscritti, documenti, etc.)

-costruire ed elaborare banche dati, corpora e thesauri

-trattare informaticamente un testo letterario

-diffondere con tecniche digitali i contenuti storici attraverso mappe interattive per la visualizzazione di dati

-revisionare i contenuti e la forma linguistica dei testi

-gestire archivi digitali

- progettare la realizzazione di eventi e iniziative culturali

-applicare la conoscenza della lingua straniera in contesti specifici

Competenze associate alla Funzione

- Capacità di analizzare dal punto di vista linguistico, filologico e letterario le diverse forme testuali,

- Capacità di codificare i testi secondo le metodologie più recenti,

- Capacità di applicare le conoscenze della letteratura e della lingua italiana nella sua dimensione diacronica

- Capacità di utilizzare le più recenti tecniche di indagine linguistico-filologica

- Capacità di analizzare criticamente gli eventi storici, le loro cause e gli effetti sulle civilizzazioni e sulle culture

- Capacità di utilizzare i pacchetti applicativi informatici e i software specifici nell'ambito dell'informatica umanistica

- Capacità di progettare e gestire archivi digitali,

- Capacità di comunicazione linguistica che gli consente di intervenire nella redazione e revisione di testi di vario genere

- Capacità di utilizzare la lingua straniera in contesti specifici

- Capacità di lavorare in equipe

Sbocchi Professionali

Il laureato magistrale in Filologia Moderna potrà svolgere attività professionali, presso enti pubblici e privati, istituti culturali, aziende e imprese del terzo settore che si occupano della conservazione e gestione dei beni culturali, case editrici, biblioteche, digital curator nelle web agencies, libera professione.

I laureati possono partecipare a dottorati di ricerca nazionali e internazionali nei settori linguistici, letterari, filologici e di informatica umanistica.

Specialisti nella progettazione e nella sperimentazione della ricerca

Funzione nel contesto lavorativo

Tale figura professionale si occupa di:

-elaborare progetti di ricerca nei vari ambiti disciplinari (filologico-linguistico, letterario e storico)

- trattare informaticamente testi di generi ed epoche diverse

- costruire ed elaborare banche dati, corpora e thesauri anche per la divulgazione presso la comunità scientifica

-collaborare nella diffusione dei contenuti della ricerca anche attraverso tecniche digitali

-revisionare i contenuti e la forma linguistica dei testi

- progettare la realizzazione di eventi e iniziative culturali

-applicare la conoscenza della lingua straniera in contesti specifici

Competenze associate alla Funzione

-Capacità di applicare le conoscenze della letteratura e della lingua italiana, della storia e dei fondamenti degli studi filologici in contesti specifici

-Capacità di condurre approfondite ricerche bibliografiche di settore

-Capacità di utilizzare gli strumenti di indagine linguistico-filologica

-Capacità di utilizzare i principali software specifici in ambito umanistico

-Capacità di utilizzare la lingua straniera in contesti specifici

Sbocchi Professionali

I laureati in Filologia Moderna possono svolgere attività professionali nei seguenti settori:

- industrie culturali ed editoriali

-redazioni di dizionari, enciclopedie, opere di ingegno

-enti culturali e istituti di ricerca

-case editrici anche online

Storici2.5.3.4.1
Linguisti e filologi2.5.4.4.1
Revisori di testi2.5.4.4.2
Esperti della progettazione formativa e curricolare2.6.5.3.2
Epifanio AJELLO
Sabrina GALANO
Rosa GIULIO
Stefano GRAZZINI
Carmine PINTO
Vincenzo SALERNO
Giorgio SICA
Sabrina GALANO
Rita CALABRESE
Stefano GRAZZINI
Rosa GIULIO
Fonte AVA-SUA
  • Didattica