LETTERE

Immatricolazioni LETTERE

StrutturaDIPARTIMENTO DI STUDI UMANISTICI
Anno Accademico2020/2021
Tipo di CorsoCORSO DI LAUREA
NormativaD.M. 270/2004
Anni3
Crediti180
ClasseL-10 - Classe delle lauree in Lettere

Il Corso di Laurea in Lettere L-10 afferisce al Dipartimento di Studi Umanistici con sede presso il Campus Universitario di Fisciano ed ha una durata legale di tre anni. Per il conseguimento del titolo lo studente deve acquisire 180 CFU.

È altresì possibile l'iscrizione a tempo parziale, secondo le regole fissate dall'Ateneo.

Per essere ammessi al Corso di Laurea occorre essere in possesso di un diploma di scuola secondaria superiore o di altro titolo di studio riconosciuto idoneo ai sensi delle leggi vigenti.

È richiesta un'adeguata preparazione di base relative a nozioni della lingua e della letteratura italiana, della storia e della geografia, di norma acquisita nei Licei e negli Istituti di istruzione media superiore di indirizzo umanistico.

Per alcuni di questi settori, le conoscenze disciplinari saranno valutate mediante un test di accesso valutativo, il cui esito però non è vincolante ai fini dell'immatricolazione ma volto ad accertare se sia necessario integrare la preparazione iniziale con attività didattiche mirate.

I contenuti, i tempi e le modalità di svolgimento e valutazione della prova di ammissione e le modalità di assegnazione di obblighi formativi aggiuntivi sono rese note sul sito web del CdS.

Il CdL in Lettere intende formare figure professionali con conoscenze di base in ambiti attinenti agli studi linguistici, filologico-letterari, storiografici e storico-artistici dell'età antica, medievale, moderna e contemporanea. Per raggiungere tali obiettivi il corso prevede di innestare su una base scientifico-culturale comune due specifici indirizzi curriculari (rispettivamente il classico e il moderno), finalizzati non solo alla formazione di base (iniziale, da completare poi nel ciclo magistrale) dei futuri docenti di materie letterarie ma anche di operatori culturali che possano svolgere mansioni professionali di vario livello in enti pubblici e privati, nel campo delle risorse umane, dell'editoria e della comunicazione, divulgazione e promozione culturale, nonché nella gestione di beni e prodotti culturali.

Lo studente che dopo aver conseguito la laurea triennale in Lettere intenda proseguire gli studi universitari può accedere alle lauree magistrali in Filologia moderna (incluso il percorso binazionale italo-francese), Filologia letterature e storia dell'antichità e dall'a.a. 2017-2018 Linguistica e didattica dell'italiano nel contesto internazionale attivi presso l'Ateneo di Salerno e progettati in modo organico in successione al percorso triennale.

OPERATORE PER I SERVIZI CULTURALI E DELLA FORMAZIONE

Funzione nel contesto lavorativo

Tale figura collabora nella progettazione, organizzazione e promozione di eventi culturali come convegni, festival e manifestazioni su diversi temi in ambito umanistico-culturale. Svolge una funzione di mediatore tra i vari protagonisti sociali coinvolti nella realizzazione e fruizione dell'evento culturale: i creatori (artisti, produttori culturali), i decisori (poteri pubblici e finanziatori privati), gli intellettuali (critici, giornalisti, esperti) e i pubblici fruitori (diverse tipologie di consumatori). E' in grado di creare opuscoli o materiali informativi per la promozione dell'evento e fornire supporto per la redazione di rassegne stampe, comunicati stampa e discorsi ufficiali.

Tra le funzioni di questa figura rientra anche l'attività di formazione e promozione della conoscenza della lingua e cultura italiana in istituzioni pubbliche e private.

Competenze associate alla Funzione

Solida preparazione della cultura letteraria, linguistica, storica, filosofica, geografica e artistica dell'età antica, medievale e moderna, unita alla conoscenza di una lingua straniera e delle nuove tecnologie informatiche.

In particolare saranno in grado di analizzare criticamente diversi tipi di testo e valutare la pertinenza e l'affidabilità delle informazioni reperite in relazione ad un determinato tema e avranno la capacità di rielaborare i dati acquisiti anche attraverso l'utilizzo di tecnologie informatiche. Saranno in grado di comunicare, con estrema chiarezza e proprietà di linguaggio, a specialisti e non, le informazioni relative a specifici ambiti lavorativi.

Sbocchi Professionali

Enti pubblici e privati impegnati nell'organizzazione di eventi culturali, aziende di promozione culturale, parchi letterari, redazioni, istituti di lingua italiana (in Italia e all'estero), accademie e assessorati.

ASSISTENTI DI ARCHIVIO E BIBLIOTECA

Funzione nel contesto lavorativo

Assistere figure professionali specializzate (quali bibliotecari e archivisti) in attività di classificazione, catalogazione e archiviazione di documenti di diverso genere (testi letterari, fonti storiche, beni archeologici, ecc.), partecipare a ricerche sui materiali informativi disponibili e fornire assistenza agli utenti .

Competenze associate alla Funzione

Solida preparazione culturale di base di letteratura italiana, latina e greca, linguistica italiana, storia, storia dell'arte, storia del libro e delle biblioteche unita alla conoscenza di una lingua straniera e delle nuove tecnologie informatiche al fine di poter le funzioni previste dall'assistente di archivio e biblioteca.

Sbocchi Professionali

Archivi e biblioteche pubbliche e private.

Assistenti di archivio e di biblioteca3.3.1.1.2
Tecnici delle pubbliche relazioni3.3.3.6.2
Organizzatori di convegni e ricevimenti3.4.1.2.2
Rita CALABRESE
Simona CAROTENUTO
Giovanni CASADIO
Claudio IACOBINI
Fernando LA GRECA
Nicola LANZARONE
Massimo LAZZERI
Ileana PAGANI
Luca POLESE REMAGGI
Federico SANGUINETI
Grazia BASILE
Carlo SANTOLI
Antonia SERRITELLA
Silvia SINISCALCHI
Carolina STROMBOLI
Alfonso TORTORA
Valeria Anna VACCARO
Stefano AMENDOLA
Enrico Maria ARIEMMA
Rita CALABRESE
Marina POLITO
Mario D'AMBROSI
Fonte AVA-SUA
  • Didattica