SCIENZE AMBIENTALI

Immatricolazioni SCIENZE AMBIENTALI

StrutturaDIPARTIMENTO DI CHIMICA E BIOLOGIA "ADOLFO ZAMBELLI"
Anno Accademico2020/2021
Tipo di CorsoCORSO DI LAUREA
NormativaD.M. 270/2004
Anni3
Crediti180
ClasseL-32 - Classe delle lauree in Scienze e tecnologie per l'ambiente e la natura

La strutturazione del Corso di studio in Scienze Ambientali, della durata di tre anni e di 180 Crediti Formativi Universitari (CFU) vuole fornire una preparazione ad ampio spettro oltre che sulle discipline di base su quelle che hanno rilevanza per affrontare le problematiche ambientali, ponendo attenzione sia sugli aspetti metodologici che su quelli applicativi. Il corso non è a numero programmato e offre la possibilità di proseguire la propria formazione iscrivendosi al corso magistrale, ormai disponibile da una decina d'anni presso l'Università di Salerno. Il corso di studi offre inoltre agli studenti l'opportunità di condurre numerose attività laboratoriali, esercitative e di campo.

Non sono previsti curriculum, ma lo studente può pianificare il suo corso di studi scegliendo gia' a partire dal secondo anno, fra le discipline opzionali che il CdS attiva, gli insegnamenti che gli consentono di caratterizzare il proprio piano di studi o nei settori chimico-biologico e gestionale, o del rischio ambientale. E' previsto un tirocinio pratico presso enti o strutture che si interessano di problematiche ambientali, ma anche presso i dipartimenti dell'Università di Salerno. Il tirocinio consente agli studenti di venire a contatto col mondo del lavoro e fare esperienza dei molteplici approcci alle problematiche ambientali e/o col mondo della ricerca di base ed applicata.

Le attività didattiche del corso di laurea si svolgono presso il Campus Universitario di Fisciano, uno dei più grandi, moderni ed avanzati in Italia che offre l'opportunità di studiare in un ambiente organizzato e piacevole, immerso in un'area verde di grande estensione e pregio ambientale, dotato di ampi parcheggi gratuiti, di moderne residenze universitarie, dell'Asilo nido Aziendale di diverse strutture sportive (tra cui piscina semi olimpionica, campi di tennis e di calcetto, palestre polifunzionali, ecc.),

Il Campus dispone inoltre di una mensa centrale con 1.300 posti e diversi punti di ristoro ubicati nei vari plessi; dispone inoltre di aule didattiche accessibili e capienti, tutte dotate di avanzate attrezzature multimediali, laboratori didattici e scientifici, diverse aule informatiche e sale studio, una rete wi-fi a disposizione degli studenti, due biblioteche centrali, una Umanistica e una Scientifica per un totale di 850.000 unità bibliografiche, nonché l'accesso alle biblioteche on-line.

Tutte le informazioni sul corso di laurea sono disponibili al link sotto riportato.

Tecnico Ambientale

Funzione nel contesto lavorativo

I laureati della classe L-32 svolgono elettivamente la propria attività professionale con compiti tecnico-operativi e gradi di autonomia definiti nei seguenti ambiti professionali, con esclusione delle attività riservate per legge a soggetti iscritti in albi o elenchi:

rilevamento, classificazione, analisi, ripristino e conservazione di componenti abiotiche e biotiche di ecosistemi naturali, acquatici e terrestri;

analisi e monitoraggio di sistemi e processi ambientali nelle diverse pianificazioni territoriali, nella prospettiva della sostenibilità e della prevenzione, ai fini della promozione della qualità dell'ambiente;

localizzazione, diagnostica, tutela e recupero dei beni ambientali;

collaborazione scientifica in parchi e riserve naturali, giardini e orti botanici, musei scientifici e centri didattici.

L’attività è svolta come libera professione o in regime di lavoro dipendente, sia in ambito pubblico che privato.

Competenze associate alla Funzione

Le competenze per lo svolgimento delle funzioni professionali sopra descritte sono:

- capacità di analizzare l'ambiente nelle sue componenti biotiche e abiotiche;

- capacità di determinare i fattori dei sistemi complessi e dei processi;

- capacità di individuare le problematiche specifiche di ambienti sia naturali sia antropizzati;

- capacità di definire disegni di campionamento;

- capacità di eseguire in maniera corretta le operazioni di campionamento e rilevamento;

- adeguate competenze e strumenti per comunicare correttamente e gestire i dati e le informazioni in campo ambientale;

- adeguata conoscenza della normativa in materia ambientale;

- propensione per il continuo aggiornamento delle conoscenze;

- propensione al lavoro di gruppo anche interdisciplinare e capacità di relazionarsi ed interagire con altri professionisti per le tematiche che riguardano l’ambiente.

Sbocchi Professionali

Enti pubblici, Enti Locali, Agenzie di prevenzione, protezione e controllo ambientale (ARPA, AUSL, servizi tecnici regionali, autorità di bacino, ecc.), Consorzi di bonifica, aziende di servizi per la depurazione e la distribuzione delle acque, trattamento dei rifiuti;

studi professionali e società di progettazione e pianificazione territoriale, di certificazione e di analisi ambientale; imprese produttrici di beni e servizi;

Enti di ricerca pubblici e privati (Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale (ISPRA), ENEA, CNR, CRA, ecc.).

Libera professione

Il possesso della laurea della classe L-32 consente l’abilitazione all’esercizio delle seguenti professioni regolamentate, previo superamento dell’esame di stato:

Agrotecnico laureato;

Biologo junior;

Perito agrario laureato;

Pianificatore junior.

Tecnici del controllo ambientale3.1.8.3.1
Tecnici della raccolta e trattamento dei rifiuti e della bonifica ambientale3.1.8.3.2
Francesco ARMENANTE
Daniela BALDANTONI
Carmine CAPACCHIONE
Maurizio CAROTENUTO
Christophe DANIEL
Irene IZZO
Antonio PROTO
Vincenzo VENDITTO
Giovanni VIGLIOTTA
Carmine GAETA
Antonio PROTO
Luca CRESCENTINI
Stefano CASTIGLIONE
Roberto SCARPA
Giovanni VIGLIOTTA
Christophe DANIEL
Irene IZZO
Vincenzo VENDITTO
Carmine CAPACCHIONE
Daniela BALDANTONI
Antonella AMORUSO
Antonio Faggiano
Nadia Della Corte
Fonte AVA-SUA
  • Didattica