LINGUA INGLESE IV

Internazionalizzazione della Didattica LINGUA INGLESE IV

4322100002
DIPARTIMENTO DI STUDI UMANISTICI
CORSO DI LAUREA MAGISTRALE
LINGUE E LETTERATURE MODERNE
2021/2022



ANNO CORSO 1
ANNO ORDINAMENTO 2018
ANNUALE
CFUOREATTIVITÀ
945LEZIONE
Obiettivi
IL CORSO HA L’OBIETTIVO DI:
-CONSOLIDARE LA COMPETENZA IN LINGUA INGLESE AFFIANCANDO ALLA PRATICA DELLE QUATTRO ABILITÀ DI BASE IL POTENZIAMENTO DELL’ABILITÀ DI ANALISI TESTUALE E L’ACQUISIZIONE DI STRUMENTI DI TRADUZIONE DI TESTI LETTERARI E SPECIALISTICI;
-CONCENTRARSI SUI PROBLEMI RELATIVI AD ASPETTI PRAGMATICI E STILISTICI DELLA TRADUZIONE DI TESTI LETTERARI, AUDIOVISIVI E MUSICALI.
CONOSCENZA E CAPACITÀ DI COMPRENSIONE
DESCRITTORE 1 DUBLINOGLI STUDENTI:
-ACQUISIRANNO UN LIVELLO C2 INIZIALE DEL QUADRO COMUNE EUROPEO DI RIFERIMENTO PER LE LINGUE;
-IMPARERANNO A PORTARE AVANTI UNA RIFLESSIONE SULLE CARATTERISTICHE STILISTICHE E PRAGMATICHE E SULLE STRATEGIE TRADUTTIVE LEGATE ALLA TRADUZIONE LETTERARIA E AUDIOVISIVA INGLESE-ITALIANO;
-IMPARERANNO AD ANALIZZARE LA LINGUA CON GLI STRUMENTI FORNITI DALLA LINGUISTICA PER AFFRONTARE I PRINCIPALI PROBLEMI TRADUTTIVI DI DIVERSI GENERI E TIPOLOGIE TESTUALI.

CAPACITÀ DI APPLICARE CONOSCENZA E COMPRENSIONE (DESCRITTORE 2 DUBLINO) - GLI STUDENTI SARANNO IN GRADO DI:
-IDENTIFICARE GLI ASPETTI PRAGMASTILISTICI DI UN TESTO AI FINI DI UNA TRADUZIONE APPROPRIATA ED EFFICACE;
-PADRONEGGIARE LA LINGUA IN CONTESTI QUOTIDIANI, ACCADEMICI E PROFESSIONALI;
-OPERARE COME TRADUTTORE IN PARTICOLARE NELL’AMBITO DELL’EDITORIA E DELLA TRADUZIONE AUDIOVISIVA (DOPPIAGGIO E SOTTOTITOLAZIONE);
-ANALIZZARE E TRADURRE SIA TESTI DI TIPO LETTERARIO SIA DI AMBITO TECNICO-SPECIALISTICO RELATIVI A SELEZIONATI CONTESTI D’USO QUALI L’AUDIOVISIVO E L’ADATTAMENTO MUSICALE

AUTONOMIA DI GIUDIZIO (DESCRITTORE 3 DUBLINO)
GLI STUDENTI SARANNO IN GRADO DI:
-PERFEZIONARE LA LORO CONOSCENZA E L’USO DI STRUTTURE LINGUISTICAMENTE COMPLESSE (IN UNA VARIETÀ DI STILI E REGISTRI APPARTENENTI A TESTI LETTERARI E NON LETTERARI);
-RAFFORZARE LE LORO ABILITÀ DI LETTURA E ANALISI CRITICA DEI TESTI PRIMA DI TRADURLI.

ABILITÀ COMUNICATIVE (DESCRITTORE 4 DUBLINO)
GLI STUDENTI SARANNO IN GRADO DI COMUNICARE IN LINGUA INGLESE A LIVELLO AVANZATO (C1 INIZIALE) IN MODO EFFICACE.

CAPACITÀ DI APPRENDIMENTO (DESCRITTORE 5 DUBLINO)
GLI STUDENTI SARANNO IN GRADO DI:
-INDIVIDUARE E UTILIZZARE GLI STRUMENTI DI ANALISI E LE STRATEGIE TRADUTTIVE IN MODO CRITICO, CON PARTICOLARE ATTENZIONE AGLI ASPETTI PRAGMATICI E STILISTICI;
-IDENTIFICARE LE CARATTERISTICHE E LE FUNZIONI STILISTICHE DEI TESTI DI PARTENZA E OFFRIRE SOLUZIONI ADEGUATE NELLA LINGUA DI ARRIVO FORNENDO ANCHE RIFLESSIONI CRITICHE SULLE TRADUZIONI UFFICIALI ESISTENTI.
-ACCEDERE ED USARE CRITICAMENTE LA LETTERATURA SCIENTIFICA DI RIFERIMENTO E LE RISORSE DIGITALI;
-UTILIZZARE GLI STRUMENTI TECNOLOGICI NELL’AMBITO DELLA TRADUZIONE AUDIOVISIVA (SOFTWARE PER IL DOPPIAGGIO E LA SOTTOTITOLAZIONE).
Prerequisiti
LA PARTECIPAZIONE AL CORSO È POSSIBILE QUALORA SI ABBIA UN LIVELLO DI COMPETENZA IN LINGUA INGLESE PARI ALMENO AL C1 DEL QUADRO COMUNE DI RIFERIMENTO PER LE LINGUE. GLI STUDENTI DEVONO AVERE INOLTRE SUPERATO, NEL CORSO DI LAUREA TRIENNALE, GLI ESAMI DI LINGUA INGLESE I, II, III.
Contenuti
DURANTE LE LEZIONI VERRANNO CONSOLIDATI GLI STRUMENTI DI ANALISI LINGUISTICA, RETORICA E STILISTICA DI TESTI SCRITTI E ORALI. AMPIO SPAZIO VERRÀ DATO AI PROBLEMI DELLA RIFORMULAZIONE NELLE SUE VARIE MODALITÀ E CON DIVERSI OBIETTIVI, CON UN APPROCCIO GENRE-BASED. IN PARTICOLARE VERRANNO FORNITI STRUMENTI TEORICI FONDAMENTALI SUGLI STUDI DI TRADUZIONE PIÙ NOTI. INSIEME ALLE QUESTIONI TEORICHE GLI STUDENTI AVRANNO LA POSSIBILITÀ DI ESERCITARSI IN CLASSE CIMENTANDOSI CON TESTI DI GENERE LETTERARIO, CINEMATOGRAFICO, MUSICALE E TECNICO. DURANTE LE ESERCITAZIONI DI LINGUA VERRANNO PRIVILEGIATI I CONTESTI PROFESSIONALI NEI QUALI LO STUDENTE POTRÀ EVENTUALMENTE TROVARE SBOCCHI PROFESSIONALI.
L’INSEGNAMENTO SI ARTICOLA IN UN MODULO ANNUALE DI 45 ORE DEL DOCENTE UFFICIALE E IN UN CICLO ANNUALE DI ATTIVITÀ DI STUDIO ASSISTITE IN AULA O IN LABORATORIO A SCOPO COMUNICATIVO CON UN COLLABORATORE ED ESPERTO LINGUISTICO (CEL) DI MADRELINGUA INGLESE.
GLI STUDENTI FREQUENTANTI PREPARERANNO ALCUNI LAVORI OBBLIGATORI DURANTE L'ANNO.
PRIMA DELL'ESAME ORALE TUTTI GLI STUDENTI DOVRANNO CONSEGNARE UN LAVORO FINALE (TRADUZIONE E ANALISI).
Metodi Didattici
LEZIONI TEORICHE, ESERCITAZIONI IN CLASSE DI ANALISI TESTUALE E TRADUZIONE, LAVORO AUTONOMO DA SVOLGERE A CASA E DISCUTERE IN CLASSE, ATTIVITÀ PRATICHE IN CLASSE O IN LABORATORIO CON ESPERTI LINGUISTICI DI MADRE LINGUA; AUTOAPPRENDIMENTO.
Verifica dell'apprendimento
L’ESAME (PARTE DEL DOCENTE UFFICIALE) CONSTA DI 1) UNA PROVA SCRITTA (TRADUZIONE E ANALISI DI UN TESTO A SCELTA DELLO STUDENTE) SVOLTA AUTONOMAMENTE DA CONSEGNARE DUE SETTIMANE PRIMA DELL'ORALE E DI UNA PROVA DI TRADUZIONE CHE SI TERRÀ ALLA FINE DELLE LEZIONI (PER GLI STUDENTI FREQUENTANTI) O DURANTE LE SESSIONI DI ESAME SCRITTO; 2) UNA PROVA ORALE DURANTE LA QUALE SI DISCUTERÀ IL LAVORO SVOLTO A CASA E ALCUNE DELLE TEORIE DI TRADUZIONE ESPOSTE DURANTE LE LEZIONI. L’ESITO POSITIVO DELLA PROVA SCRITTA È VINCOLANTE PER POTER ACCEDERE ALLA PROVA ORALE. IN CASO DI NON SUPERAMENTO DELLA PROVA DI TRADUZIONE GLI STUDENTI POTRANNO RIPETERLA DURANTE LO SCRITTO GENERALE CHE COMPRENDE GRAMMATICA E COMPOSIZIONE. LA PROVA SCRITTA GENERALE (PARTE DI LINGUA) DELLA DURATA DI 135 MINUTI SARÀ ATTINENTE AI CONTENUTI DEI LIBRI DI TESTO ADOTTATI E AL LIVELLO DI COMPETENZA STABILITO COME OBIETTIVO. LA PROVA ORALE SI ARTICOLA IN 3 PARTI: 1. UNA PROVA DI ASCOLTO IN LABORATORIO CON L’OBIETTIVO DI VERIFICARE LA CAPACITÀ DI COMPRENSIONE DEL TESTO ORALE; 2. UNA PROVA DI CONVERSAZIONE IN INGLESE SU UNO DEI TOPIC TRATTATI DURANTE LE ATTIVITÀ DI STUDIO ASSISTITO; 3. UN ESAME CONCLUSIVO CON IL DOCENTE CHE CONSISTERÀ IN UN COLLOQUIO SU ALCUNI DEI TEMI TRATTATI NEL MODULO TENUTO DAL DOCENTE E SUL LAVORO DI TRADUZIONE AUTONOMO SVOLTO A CASA. SI PRECISA, INOLTRE, CHE SONO PREVISTE DELLE PROVE IN ITINERE RIVOLTE ESCLUSIVAMENTE AGLI STUDENTI FREQUENTANTI.
GLI STUDENTI NON FREQUENTANTI SONO INVITATI A CONTATTARE IL DOCENTE PER AVERE INFORMAZIONI SUL PROGRAMMA.
Testi
TEORIA DI TRADUZIONE

MUNDAY J. 2009, THE ROUTLEDGE COMPANION TO TRANSLATION STUDIES, LONDON AND NEW YORK, ROUTLEDGE.

BOASE-BEIER J., 2006, STYLISTIC APPROACHES TO TRANSLATION, LONDON, ROUTLEDGE.


ALTRI MATERIALI

•ALEXIEVA B., THERE MUST BE SOME SYSTEM IN THIS MADNESS. METAPHOR, POLISEMY AND WORLDPLAY IN A COGNITIVE LINGUISTIC FRAMEWORK, PP. 137-154.
•BARONE L., LIMITI DELLA TRADUZIONE AUDIOVISIVA IN CONTESTI MULTILINGUISTICI, MULTICULTURALI E TECNOLOGICI: I CASI DI ‘MIRACLE AT ST. ANNA’ E DI’ INGLOURIOUS BASTERDS’, PP. 15-34
• BARONE L. THE FALL OF THE HOUSE OF POE: LANGUAGE, STYLE AND OTHER ISSUES IN THE TRANSLATION OF EDGAR ALLAN POE’S SHORT STORIES INTO ITALIAN, PP.125-150
•BARONE L., “WE COMMENCE, THEN, WITH THIS INTENTION”: PRAGMASTYLISTIC ASPECTS IN THE ITALIAN TRANSLATIONS OF EDGAR ALLAN POE’S THE RAVEN, PP. 53-74.
•BASSNETT S., TRANSPLATING THE SEED: POETRY AND TRANSLATION, 57-75.
•CHIARO D., ISSUES IN AUDIOVISUAL TRANSLATION IN MUNDAY J., THE ROUTLEDGE COMPANION TO TRANSLATION STUDIES, 141-165
•ECO U., DIRE QUASI LA STESSA COSA, PERDITE E COMPENSAZIONI, PP. 95-138.
•HERVEY S. ET AL (EDS.), THINKING ITALIAN TRANSLATION, CONNOTATIVE MEANING AND TRANSLATION ISSUES/ LANGUAGE VARIETIES: TRANSLATION ISSUES IN REGISTER, SOCIOLECT AND DIALECT, PP. 94-113
•LATHEY G., MEETING THE UNKNOWN. TRANSLATING NAMES, CULTURAL MARKERS AND INTERTEXTUAL REFERENCES (IN CHILDREN’S LITERATURE, PP. 37-54.
•LATHEY G, TRANSLATING DIALOGUE AND DIALECT (IN CHILDREN’S LITERATURE), PP. 71-91.
•NIDA E., PRINCIPLES OF CORRESPONDENCE IN VENUTI L., THE TRANSLATION STUDIES READER, PP. 153-167.
•PARKS T., TRANSLATING THE EVOCATIVE SPIRIT IN JAMES JOYCE, PP. 57-107
•SCARPA F., LA TRADUZIONE SPECIALIZZATA, ASPETTI MACRO- E MICROLINGUISTICI DELLE LINGUE SPECIALI, PP. 31-65


EXPERT PROFICIENCY STUDENT’S BOOK, PEARSON
ISBN 9781447937593

KEYNOTE PROFICIENT, NATIONAL GEOGRAPHIC
ISBN 9781305399181
Altre Informazioni
PER INFORMAZIONI AGGIORNATE SUI CORSI, RICEVIMENTO DOCENTE, ECC., CONSULTARE LA PAGINA WEB PERSONALE DEL DOCENTE. I MATERIALI DISTRIBUITI DURANTE IL CORSO, LADDOVE POSSIBILE, SARANNO PUBBLICATI SULLA PAGINA PERSONALE ALLA VOCE 'MATERIALE DIDATTICO', AL FINE DI CONSENTIRE ANCHE AGLI STUDENTI NON FREQUENTANTI DI POTER AVERE FACILE ACCESSO AI CONTENUTI DEL CORSO. GLI STUDENTI NON FREQUENTANTI SONO PREGATI DI PRENDERE APPUNTAMENTO PER CONCORDARE IL PROGRAMMA.
PER QUALSIASI DOMANDA SI PUÒ CONTATTARE IL DOCENTE ALL’INDIRIZZO LBARONE@UNISA.IT .
  BETA VERSION Fonte dati ESSE3
  • Didattica