WASTE WATER TREATMENT IN PROCESS INDUSTRIES - TRATTAMENTO EFFLUENTI

Internazionalizzazione della Didattica WASTE WATER TREATMENT IN PROCESS INDUSTRIES - TRATTAMENTO EFFLUENTI

0622800003
DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA INDUSTRIALE
CORSO DI LAUREA MAGISTRALE
INGEGNERIA ALIMENTARE
2021/2022



OBBLIGATORIO
ANNO CORSO 2
ANNO ORDINAMENTO 2019
PRIMO SEMESTRE
CFUOREATTIVITÀ
660LEZIONE
Obiettivi
CONOSCENZE E CAPACITÀ DI COMPRENSIONE:
IL CORSO MIRA ALLA CONOSCENZA DELLE CARATTERISTICHE DELLE ACQUE REFLUE, AL
TRATTAMENTO DI EFFLUENTI PROVENIENTI DALLE INDUSTRIE DI PROCESSO, IN
PARTICOLARE DEL COMPARTO AGRO-ALIMENTARE E ALLA REGOLAMENTAZIONE DELLE
EMISSIONI DI SOSTANZE INQUINANTI.

CONOSCENZE E CAPACITÀ DI COMPRENSIONE APPLICATE - ANALISI INGEGNERISTICA:
COMPRENSIONE DELLA TERMINOLOGIA UTILIZZATA NELL’AMBITO DEL TRATTAMENTO DI
EMISSIONI LIQUIDE DA PROCESSI INDUSTRIALI, SVILUPPO DELLA CAPACITÀ DI ANALISI DI PROCESSI
DI TRATTAMENTO DI ACQUE DI PROCESSO E DI REFLUI. CAPACITÀ DI INDIVIDUARE
PARAMETRI CHIAVE NELLA DEFINIZIONE E NEL FUNZIONAMENTO DEI PROCESSI DI
TRATTAMENTO.

CONOSCENZA E CAPACITÀ DI COMPRENSIONE APPLICATE – PROGETTAZIONE
INGEGNERISTICA:
COMPRENSIONE DEI PROCESSI DI TRATTAMENTO DI EFFLUENTI, DELLA PROGETTAZIONE DI
MASSIMA DI UN PROCESSO DI TRATTAMENTO DI EFFLUENTI DA INDUSTRIA ALIMENTARE IN
RELAZIONE ALLE DIMENSIONI E LOCAZIONE DELLA PRODUZIONE, CONOSCENZA DI ASPETTI
DELLA GESTIONE DI IMPIANTI DI TRATTAMENTO EFFLUENTI.

AUTONOMIA DI GIUDIZIO – PRATICA INGEGNERISTICA: SAPER INDIVIDUARE I METODI PIÙ
APPROPRIATI PER DEFINIRE GLI STADI FONDAMENTALI DI UN PROCESSO PER LA
RIMOZIONE DI INQUINANTI IN UN REFLUO DERIVANTE DA PRODUZIONI INDUSTRIALI, IN
PARTICOLARE QUELLE ALIMENTARI.
CAPACITÀ TRASVERSALI - ABILITÀ COMUNICATIVE: ESPORRE ORALMENTE UN ARGOMENTO
LEGATO AL TRATTAMENTO DI EFFLUENTI.

CAPACITÀ TRASVERSALI - CAPACITÀ DI APPRENDERE: SVILUPPO DEGLI STRUMENTI
COGNITIVI PER L'AGGIORNAMENTO CONTINUO AUTONOMO DELLE PROPRIE CONOSCENZE
UTILIZZANDO LA LETTERATURA TECNICA E SCIENTIFICA IN LINGUA ITALIANA E IN LINGUA
INGLESE.

CAPACITÀ TRASVERSALI - CAPACITÀ DI INDAGINE: SAPER APPLICARE LE CONOSCENZE
ACQUISITE A CONTESTI DIFFERENTI DA QUELLI PRESENTATI DURANTE IL CORSO.
Prerequisiti
PER IL PROFICUO RAGGIUNGIMENTO DEGLI OBIETTIVI PREFISSATI SONO RICHIESTE CONOSCENZE DI CINETICA, REATTORISTICA CHIMICA, IMPIANTISTICA, CONTROLLO DI PROCESSO, CATALISI E CHIMICA INDUSTRIALE.
Contenuti
INTRODUZIONE AL CORSO (2H TEORIA)
ECOSISTEMI, AMBIENTE, INQUINAMENTO DA FONTI CIVILI ED INDUSTRIALI, ASPETTI NORMATIVI (5H TEORIA)
DEFINIZIONE DEI PARAMETRI DI INQUINAMENTO, RELAZIONI TRA DI ESSI, METODI DI CAMPIONAMENTO DELLE EMISSIONI (15 H TEORIA, 3H ESERCITAZIONI LABORATORIO)
TRATTAMENTI EFFLUENTI LIQUIDI CONVENZIONALI: INTRODUZIONE (2H TEORIA), TRATTAMENTI MECCANICI (2H TEORIA), CHIMICI (3H TEORIA, 3H ESERCITAZIONI), BIOLOGICI(6 H TEORIA 3 H ESERCITAZIONE), TRATTAMENTI TERZIARI( 4H TEORIA)
TECNOLOGIE INNOVATIVE DI TRATTAMENTO: MBR (2H)
DISINFEZIONE, E DEPURAZIONE DI REFLUI MEDIANTE TRATTAMENTI INTEGRATI E DI OSSIDAZIONE AVANZATA (2 H TEORIA 3H ESERCITAZIONI LABORATORIO)
CARATTERIZZAZIONE D’INQUINANTI IN REFLUI DELL’INDUSTRIA AGRO-ALIMENTARE (1H)
CASI DI STUDIO: REFLUI DA INDUSTRIA CONSERVIERA, DA INDUSTRIA CASEARIA (1 H TEORIA 3 H ESERCITAZIONE).
Metodi Didattici
L’INSEGNAMENTO PREVEDE LEZIONI TEORICHE (45H), ESERCITAZIONI IN AULA (9H) ED ESERCITAZIONI PRATICHE DI LABORATORIO E/O SU CAMPO (6H). LE ESERCITAZIONI IN AULA COMPRENDONO LA RISOLUZIONE DI ESERCIZI NUMERICI. NELLE ESERCITAZIONI IN LABORATORIO GLI STUDENTI CONCRETIZZANO LA CONOSCENZA DELLE METODOLOGIE ANALITICHE PER LA DETERMINAZIONE DI PARAMETRI INQUINANTI. NELLE ESERCITAZIONI SU CAMPO GLI STUDENTI ESAMINANO PROBLEMATICHE LEGATE ALLA TECNOLOGIA ED ALLA GESTIONE DEL TRATTAMENTO DI EFFLUENTI.
LA FREQUENZA AI CORSI DI INSEGNAMENTO È FORTEMENTE CONSIGLIATA
Verifica dell'apprendimento
LA VALUTAZIONE DEL RAGGIUNGIMENTO DEGLI OBIETTIVI PREFISSATI AVVERRÀ MEDIANTE LO
SVOLGIMENTO DI UN ELABORATO SCRITTO CALCOLATIVO SUGLI ESERCIZI NUMERICI SVILUPPATI
DURANTE IL CORSO ED UN ESAME ORALE.
LA PROVA SCRITTA DURA DUE ORE E CONSISTE DI UN ESERCIZIO CON CINQUE DOMANDE. AD OGNI
DOMANDA CORRISPONDE UN PUNTEGGIO (IN MEDIA 6), ATTRIBUITO PER INTERO SE LA RISPOSTA È
CORRETTA NUMERICAMENTE, DIMINUITO PROGRESSIVAMENTE SE LA RISPOSTA È INCOMPLETA O SBAGLIATA CONCETTUALMENTE.
LA PROVA ORALE È COSTITUITA DA UNA DOMANDA SU UN ARGOMENTO ANALIZZATO A LEZIONE. LA
DURATA MEDIA È DI CIRCA TRENTA MINUTI (IN CASO DI ESPOSIZIONE CORRETTA), MA SI PROLUNGA AD
UN'ORA IN PRESENZA DI ESITAZIONI. LA VALUTAZIONE DIPENDE DALLA CONOSCENZA E PADRONANZA
DIMOSTRATA DEGLI ARGOMENTI DELL'INSEGNAMENTO E DEGLI STRUMENTI METODOLOGICI DESCRITTI
NEL CORSO.
CRITERIO DI VALUTAZIONE PER LA SOGLIA MINIMA: CONOSCENZA DEI CRITERI GENERALI
PER LA REALIZZAZIONE DEI PROCESSI DI TRATTAMENTO DI REFLUI LIQUIDI.
CRITERIO DI VALUTAZIONE PER L’ECCELLENZA: CONOSCENZA E PADRONANZA
DEI SISTEMI DI TRATTAMENTO REFLUI, CON OTTIMA
CAPACITÀ DI ESPRESSIONE DELLE METODOLOGIE ILLUSTRATE. CONOSCENZA E PADRONANZA DEI SISTEMI DI DEPURAZIONE DI CORRENTI INQUINATE DA INDUSTRIE ALIMENTARI.
Testi
GERARD KIELY,
ENVIROMENTAL ENGINEERING MAC GRAW-HILL EDS
LUCA BONOMO
TRATTAMENTI DELLE ACQUE REFLUE
MAC GRAW-HILL EDS
W. WESLEY ECKENFELDER JR
TECNOLOGIE DI TRATTAMENTI DEI REFLUI INDUSTRIALI, ETAS LIBRI
G. BIANUCCI, E. RIBALDONE BIANUCCI.
IL TRATTAMENTO DELLE ACQUE RESIDUE INDUSTRIALI E AGRICOLE ,HOEPLI
METCALF & EDDY
INGEGNERIA DELLE ACQUE REFLUE
MAC GRAW-HILL EDS
  BETA VERSION Fonte dati ESSE3
  • Didattica