Progetti Finanziati

Ricerca Progetti Finanziati

POTENZIALITA' E LIMITI DELL'APPROCCIO METODOLOGICO DEL CASE STUDY PER L'ANALISI DI FENOMENI SOCIALI. UN'APPLICAZIONE ALLO STUDIO DEI PROCESSI DI SOCIALIZZAIONE E DELLE DINAMICHE RELAZIONALI E ORGANIZZATIVE DELLE COMUNITA' VIRTUALI.

L'obiettivo principale della ricerca è analizzare i processi di socializzazione, le dinamiche relazionali e organizzative e gli eventuali percorsi di professionalizzazione all'interno delle comunità virtuali, con particolare attenzione al fenomeno del fansubbing. Il fansubbing può essere considerato un esempio diintelligenza collettiva teorizzata da Levy e cultura partecipativa: gli spettatori con più familiarità con le lingue e/o che vantano più solide competenze informatiche si organizzano in gruppi virtuali per creare sottotitoli per prodotti mediali (film, serie televisive, ecc.) non ancora distribuiti sul territorio nazionale. Il lavoro finale è condiviso gratuitamente in rete. Considerando la giovane età dei ragazzi dediti a questa pratica (fansubbers) e la totale gratuità del lavoro svolto, sorgono altri interrogativi a cui questa ricerca intende rispondere: 1) quali motivazioni spingono i fansubbers a dedicare tempo e risorse a questa attività? 2) l'attività di fansubber può essere considerata professionalizzante?. Queste esigenze conoscitive hanno suggerito il ricorso al Case Study di tipo esplorativo: l'obiettivo non è giungere ad ‘evidenze' definitive, ma porsi piuttosto come step preliminare, suggerire spunti di riflessione e stimolare ulteriori studi su un tema ancora poco approfondito. La selezione del caso è stata compiuta sulla base di una preliminare analisi dello scenario del fansubbing italiano, al termine della quale si è deciso di focalizzare l'attenzione sulla community ItalianSubsAddicted, più nota come Itasa. Un elemento originale del presente progetto è il ricorso ad una variante innovativa dello studio di caso, declinato secondo l'approccio mixed method. Quest'approccio prevede la combinazione di tecniche quantitative e qualitative nelle fasi di raccolta e analisi delle informazioni; nello specifico caso della ricerca, si farà ricorso a: analisi di documenti, testimonianze video, rassegne stampa e, soprattutto, interviste in profondità. La natura mista del case study è riconosciuta da Gerring (2007, 10-11), che rileva la frequente combinazione di tecniche qualitative e quantitative effettuata nella conduzione degli studi di caso: “Yet case study research may be either quant or qual, or some combination of both […]virtually all case studies produced in the social sciences today include some quantitative and qualitative components, and some of the most famous case studies […] include a substantial portion of quantitative analysis”. Nell’enciclopedia dei case studies la natura combinata dell’approccio viene presentata come uno dei suoi principali vantaggi, in quanto permette di portare alla luce evidenze che altrimenti rimarrebbero nascoste: “Mixed methods research works particularly well for case study research […] qualitative data can be quantitized or quantitative data can be qualitized to extract meaning from the data sets that might otherwise be hidden” (Mills, Durepos e Wiebe 2010, 2). Le interviste in profondità sono realizzate online (con il software Skype) e hanno già coinvolto 15 membri della community. La scelta degli intervistati segue una procedura di campionamento “a valanga”. Il risultato finale atteso della ricerca è valutare se e quanto la pratica del fansubbing sia un efficace ambito di professionalizzazione, all'interno del quale è possibile sperimentare formule relazionali e organizzative di gruppo ed acquisire competenze spendibili nel mondo del lavoro. La ricerca ha già prodotto due partecipazioni a convegni internazionali, con relative pubblicazioni dei paper presentati negli atti dei convegni: 1) “Collective Intelligence In Action: A Case Study Of An Italian Fansubbing Community” al Second International Symposium on Language and Communication: Exploring Novelties in Turchua e 2) “Informal Learning and Identity Formation: A Case Study Of An Italian Virtual Community” al Simpozionul Internaţional "Cercetări şi Aplicaţii în Psihologie" in Romania.

StrutturaDipartimento di Scienze Politiche e della Comunicazione/DISPC
Tipo di finanziamentoFondi dell'ateneo
FinanziatoriUniversità  degli Studi di SALERNO
Importo1.600,00 euro
Periodo11 Dicembre 2013 - 11 Dicembre 2015
Gruppo di RicercaADDEO Felice (Coordinatore Progetto)
ESPOSITO MARIA (Ricercatore)
MADDALONI Domenico (Ricercatore)