Eventi | Seminari e Convegni

Comprendere le piante medicinali attraverso i secoli

  • LA DOTTRINA UMORALE E LE PIANTE NEL MEDITERRANEO

    Comprendere le piante medicinali attraverso i secoli

    Eventi on-line

La Teoria Umorale nell’antichità e le sue origini negli antichi manoscritti e nella storia, la Scuola Medica Salernitana e l’influenza della dottrina umorale, la Fitoterapia attuale nella moderna pratica clinica, sono questi i temi che saranno affrontati in una tre giorni di dialoghi su LA DOTTRINA UMORALE E LE PIANTE NEL MEDITERRANEO - Comprendere le piante medicinali attraverso i secoli con esperti di varie discipline.

L’evento è organizzato dalla Cattedra UNESCO di Salerno Plantae Medicinales Mediterraneae, Centro di ricerca di eccellenza per la diffusione dello straordinario patrimonio di conoscenze sulle piante, fitoterapia e fitocosmetica, sviluppato nei secoli nella regione Mediterranea.

“L’impegno della Cattedra – dichiara Rita P. Aquino, Chair Holder della Cattedra UNESCO di Salerno – è quello di proteggere, promuovere e trasmettere il patrimonio culturale sulle piante per la salute, sviluppato nel corso dei secoli nell’area Mediterranea, rendendolo noto e accessibile a tutti. Contemporaneamente, le nostre ricerche contribuiscono a definire nuovi rimedi per la cura, prevenzione e mantenimento dello stato di benessere dell’uomo partendo da fonti vegetali e accertando l’efficacia e la sicurezza sulla base delle conoscenze scientifiche moderne”.

I Paesi dell’area Mediterranea e la città di Salerno in particolare, che ha iniziato un percorso verso la candidatura della Scuola Medica Salernitana quale Patrimonio immateriale dell’umanità UNESCO, con la loro tradizione e cultura trans-mediterranea, sono compartecipi nella riscoperta delle potenzialità di uso delle piante per la salute, rivisitata alla luce dei progressi delle scienze umanistiche e delle scienze mediche e farmaceutiche. Immaginare le piante medicinali come grande supporto ai sistemi sanitari e produttivi, ripensandole quale fattore di recupero in competitività e miglioramento della sostenibilità ambientale e responsabilità verso le comunità locali è tra le mission della Cattedra di Salerno.

L'Università, in questo senso, può e deve svolgere un ruolo centrale di accompagnamento a questo processo di cambiamento, sia attraverso la Ricerca e Formazione delle nuove generazioni di scienziati, che attraverso la funzione di spazio d'incontro e sperimentazione fra tutti gli attori sociali.

Questi i focus tematici al centro dei dialoghi in programma nei giorni 27 aprile, 25 maggio e 29 giugno alle ore 18.00 su piattaforma Zoom: Alain Touwaide, professore di Storia della Medicina Institute for the Preservation of Medical Traditions, approfondirà le basi della teoria umorale alle origini; Luciano Mauro, Direttore del Giardino della Minerva, si confronterà sulla dottrina umorale quale paradigma terapeutico della Scuola Medica Salernitana; Fabio Firenzuoli, Centro Regionale di Fitoterapia Ospedale Universitario Careggi di Firenze, fondatore del primo servizio di fitoterapia in un ospedale italiano, discuterà di protocolli terapeutici con fitoterapici, aspetti clinici e normativi.

Introdurranno e modereranno la prof.ssa Aquino e la dott.ssa Tania Re, Psicologa clinica e di comunità, Specialista in Antropologia della salute ed Etnomedicina, membro fondatore di due Cattedre UNESCO Anthropology of health – Biosphere and Healing systems Genova e Plantae Medicinales Mediterraneae Salerno.

  • L’agenda completa dei lavori è in questa pagina e sulle pagine Facebook: UNESCO Chair Salerno; Giardino della Minerva; Institute for the Preservation of Medical Traditions.
  • Home