Logo UNISA

Farmacista

Per accedere all'esame di Stato per Farmacista è necessario essere in possesso di uno dei seguenti titoli:

Laurea "vecchio ordinamento" conseguita secondo l'ordinamento previgente al DM 509/1999 (una delle seguenti):

  • Farmacia (quinquennale)
  • Chimica e tecnologia farmaceutiche (e inoltre il tirocinio pratico post lauream di 6 mesi previsto dal D.P.R. 18 luglio 1972, n.523).

oppure

Laurea specialistica o magistrale in una delle seguenti classi:

  • Laurea specialistica nella Classe 14/S - (Farmacia e farmacia industriale)
  • Laurea magistrale nella Classe LM - 13 - (Farmacia e farmacia industriale)

Legge di riferimento: D.M. 9/09/1957 pubblicato sulla G.U. del 2/11/57 n. 271 e successive modificazioni

Gli esami di abilitazione all'esercizio della professione di Farmacista consistono in:

  • una prova scritta su argomento riguardante applicazione alle materie di carattere professionale, in particolare alla Chimica farmaceutica ed alla Tecnica farmaceutica. Per questa prova la Commissione propone tre temi: il candidato ha la facoltà di scelta. Il tempo massimo consentito è di ore sei;
  • prove pratiche con relazioni scritte. Queste costano delle seguenti parti:
    1. riconoscimento e saggi di purezza di due farmaci;
    2. dosamento di un farmaco noto.

Per l'esecuzione delle prove di cui ai nn. 1 e 2 è consentito un tempo massimo complessivo di ore otto;

  • spedizione di una ricetta: il tempo massimo per questa prova è stabilito dalla Commissione;
  • discussione orale tendente all'accertamento della preparazione culturale e professionale del candidato.
  • Didattica