skip to main content
Logo UNISA

Architetto, Pianificatore, Paesaggista e Conservatore e Architetto Iunior e Pianificatore Iunior

Esame di Stato Architetto, Pianificatore, Paesaggista e Conservatore e Architetto Iunior e Pianificatore Iunior

Si rende noto che, con la circolare ministeriale n. 2100 del 06 giugno 2012 "Esami di Stato - Equiparazione lauree del vecchio ordinamento con le lauree specialistiche e magistrali", il Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca, recependo un parere del CUN del 22 aprile 2009 in cui si afferma che le equiparazioni previste per l'accesso ai pubblici concorsi "potranno essere utilmente considerate anche ai fini dell'ammissione agli Esami di Stato per le professioni regolamentate" e considerato che "a partire dalle sessioni di quest'anno i laureati del vecchio ordinamento devono sostenere un numero superiore di prove, svolgendo le prove degli esami di stato secondo le disposizioni di cui al D.P.R. n. 328 del 05 giugno 2001", ha precisato che tutti i titoli conseguiti secondo il vecchio ordinamento equiparati dal Decreto Ministeriale 09 luglio 2009 a quelli previsti dal D.P.R. 328/2001 come validi per l'accesso alle specifiche professioni, possono essere ritenuti idonei anche per l'ammissione agli esami di stato. Si comunica che il Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca, con nota interpretativa della citata circolare del 2012, del 21 dicembre 2015, n. 23591, ha chiarito che le lauree che nell'ordinamento previgente al D.P.R. 328/01 non consentivano l'accesso agli esami di Stato non costituiscono titolo idoneo per sostenere i nuovi esami a meno che non esistano espresse previsioni in tal senso nello stesso D.P.R. 328/01.

Per accedere all'esame di Stato per Architetto, pianificatore, paesaggista e conservatore è necessario essere in possesso di uno dei seguenti titoli:

ARCHITETTO, PIANIFICATORE, PAESAGGISTA E CONSERVATORE sez. A

Per accedere all'esame di Stato per Architetto, pianificatore, paesaggista e conservatore è necessario essere in possesso di uno dei seguenti titoli:

  1. per il settore architettura:

Laurea specialistica in una delle seguenti classi:

    • Classe 4/S - Architettura e ingegneria edile - corso di laurea corrispondente alla Direttiva 85/384/CEE

Laurea magistrale in una della seguenti classi:

    • Classe LM-4 c.u.- Architettura e ingegneria edile – architettura (a ciclo unico)

  1. per il settore pianificazione territoriale:

Laurea specialistica in una delle seguenti classi:

    • Classe 54/S – Pianificazione territoriale urbanistica e ambientale
    • Classe 4/S - Architettura e ingegneria edile

Laurea magistrale in una delle seguenti classi:

    • Classe LM-48 – Pianificazione territoriale urbanistica e ambientale
    • Classe LM-4 - Architettura e ingegneria edile

  1. per il settore paesaggistica:

Laurea specialistica in una delle seguenti classi:

    • Classe 3/S – Architettura del paesaggio
    • Classe 4/S - Architettura e ingegneria edile
    • Classe 82/S – Scienze e tecnologie per l’ambiente e il territorio

Laurea magistrale in una delle seguenti classi:

    • Classe LM-3 – Architettura del paesaggio
    • Classe LM-4 - Architettura e ingegneria edile
    • Classe LM-75 – Scienze e tecnologie per l’ambiente e il territorio

  1. per il settore conservazione dei beni architettonici ed ambientali:

Laurea specialistica in una delle seguenti classi:

    • Classe 10/S – Conservazione dei beni architettonici e ambientali
    • Classe 4/S - Architettura e ingegneria edile

Laurea magistrale in una delle seguenti classi:

    • Classe LM-10 – Conservazione dei beni architettonici e ambientali
    • Classe LM-4 - Architettura e ingegneria edile

ARCHITETTO, PIANIFICATORE, PAESAGGISTA E CONSERVATORE sez. B

Per accedere all'esame di Stato per Architetto e pianificatore iunior è necessario essere in possesso di uno dei seguenti titoli:

  1. per il settore architettura:
    • Laurea in classe 4 - Scienze dell'Architettura e dell'Ingegneria Edile
    • Laurea in classe L-17 - Scienze dell'Architettura
    • Laurea in classe 8 -Ingegneria Civile e Ambientale
    • Laurea in classe L-7 -Ingegneria Civile e Ambientale
    • Diploma universitario in Edilizia
    • Diploma universitario in Materiali per la manutenzione del costruito antico e moderno

Coloro che hanno titolo per accedere all'esame di Stato per la sezione A possono accedere anche all'esame di Stato per la sezione B

  1. per il settore pianificazione:
    • Laurea in classe 7 – Urbanistica e scienze della pianificazione territoriale e ambientale
    • Laurea in classe L-21 – Scienze della pianificazione territoriale, urbanistica, paesaggistica e ambientale
    • Laurea in classe 27 – Scienze e tecnologie per l’ambiente e la natura
    • Laurea in classe L-32 – Scienze e tecnologie per l’ambiente e la natura
    • Diploma universitario in Operatore tecnico ambientale
    • Diploma universitario in Sistemi informativi territoriali
    • Diploma universitario in Tecnico di misure ambientali
    • Diploma universitario in Valutazione e controllo ambientale

Coloro che hanno titolo per accedere all'esame di Stato per la sezione A possono accedere anche all'esame di Stato per la sezione B

Legge di riferimento: D.P.R. 5 giugno 2001, n. 328 - pubblicato sulla GU n.190 del 17/08/2001

Programma d'esame

L'esame di Stato è articolato nelle seguenti prove:

  1. a) per l'iscrizione nel settore "architettura":
  • una prova pratica avente ad oggetto la progettazione di un'opera di edilizia civile o di un intervento a

scala urbana;

  • una prova scritta relativa alla giustificazione del dimensionamento strutturale o insediativo della

prova pratica;

  • una seconda prova scritta vertente sulle problematiche culturali e conoscitive dell'architettura;
  • una prova orale consistente nel commento dell'elaborato progettuale e nell'approfondimento delle

materie oggetto delle prove scritte, nonché sugli aspetti di legislazione e deontologia professionale;

  1. b) per l'iscrizione nel settore "pianificazione territoriale":
  • una prova pratica avente ad oggetto l'analisi tecnica dei fenomeni della città e del territorio o la

valutazione di piani e programmi di trasformazione urbana, territoriale ed ambientale;

  • una prova scritta in materia di legislazione urbanistica;
  • una discussione sulle materie oggetto della prova scritta e pratica, nonché sugli aspetti di legislazione

e deontologia professionale;

  1. c) per l'iscrizione nel settore "paesaggistica":
  • una prova pratica avente ad oggetto le tematiche paesaggistiche ed ambientali;
  • una prova scritta su temi di cultura ambientale e paesaggistica;
  • una discussione sulle materie oggetto della prova scritta e pratica, nonché sugli aspetti di legislazione

e deontologia professionale;

  1. d) per l'iscrizione nel settore "conservazione dei beni architettonici e ambientali":
  • due prove scritte su temi di cultura e tecnica della conservazione;
  • una discussione sulle materie oggetto delle prove scritte, nonché sugli aspetti di legislazione e

deontologia professionale.

ARCHITETTO E PIANIFICATORE IUNIOR

Legge di riferimento: D.P.R. 5 giugno 2001, n. 328 - pubblicato sulla GU n.190 del 17/08/2001

Programma d'esame

L'esame di Stato è articolato nelle seguenti prove:

  1. a) per il settore "architettura":
  • una prova pratica consistente nello sviluppo grafico di un progetto esistente o nel rilievo a vista, e

nella stesura grafica di un particolare architettonico;

  • una prova scritta avente ad oggetto la valutazione economico-quantitativa della prova pratica;
  • una seconda prova scritta consistente in un tema o prova grafica nelle materie caratterizzanti il

percorso formativo;

  • una prova orale nelle materie oggetto delle prove scritte, e in legislazione e deontologia

professionale;

  1. b) per il settore "pianificazione":
  • una prova pratica avente ad oggetto l'analisi tecnica dei fenomeni della città e del territorio o la

valutazione di piani e programmi di trasformazione urbana, territoriale ed ambientale;

  • una prova scritta vertente sull'analisi e valutazione della compatibilità urbanistica di un'opera

pubblica;

  • una seconda prova scritta consistente in un tema o prova grafica nelle materie caratterizzanti il

percorso formativo;

  • una prova orale nelle materie oggetto delle prove scritte e in legislazione e deontologia professionale.

  • Didattica