Progetti Finanziati

Ricerca Progetti Finanziati

PARTECIPAZIONE GIOVANILE. FORME E SPAZI DI VITA PUBBLICA

Lo studio intende rilevare le attività partecipative che raccolgono l’interesse e l’attivismo giovanile sia indagando il coinvolgimento negli ambiti convenzionali dell’associazionismo e degli ambienti di aggregazione giovanile tradizionali sia esplorando le forme interpretate come espressioni di una rinascita democratica negli ultimi decenni (Norris 2002) che spaziano tra gruppi di scopo no profit, forme spontanee di impegno civico, communities e reti di condivisione, informazione e confronto, circuiti di iniziative e progettualità culturale, etc. (es. social street, blog di informazione alternativa, etc.).Rispetto ai diversi obiettivi che lo studio si propone di raggiungere, una prima fase di lavoro sarà dedicata alla ricognizione della varietà delle forme partecipative attualmente considerate nella letteratura di settore. Rispetto a tale scenario si procederà all’individuazione degli aspetti caratterizzanti di ciascuna di esse, con l’intento di delineare un quadro complessivo e trasversale delle categorie di analisi utili all’interpretazione delle forme della partecipazione. Nella seconda fase, sul piano empirico, si lavorerà su dati raccolti su un campione di giovani campani riguardanti le pratiche partecipative che gli intervistati dichiarano di svolgere o aver effettivamente svolto. In relazione alle diverse pratiche il lavoro di analisi sarà orientato ad indagare le caratteristiche individuali, anagrafiche, socio-economiche, di percorso (background formativo e socio-culturale e esperienze di vita), le motivazioni e ulteriori tratti di profilo dei rispondenti.Nel merito dell’impianto metodologico, la ricerca assume come ambito spaziale la regione Campania; l’unità di analisi è costituita da giovani tra i 18 e i 35 anni, estratti dalla popolazione giovanile regionale all’interno di un campione stratificato sulla base di 3 criteri: età; provincia di residenza e genere. I tipi risultanti dalla combinazione dei 3 criteri sono definiti nel rispetto delle proporzioni presenti nella stratificazione della popolazione e la scelta degli intervistati risponde a un criterio di scelta ragionata.Nella terza fase del lavoro, la base concettuale predisposta nella prima fase sarà, dunque, confrontata con le informazioni rilevate sul campo al fine di aggiornare le categorie analitiche e gli aspetti assunti come peculiari e di ricercare chiavi interpretative utili alla comprensione degli elementi di continuità e di cambiamento tra forme tradizionali e nuove modalità di coinvolgimento. Con particolare riguardo alle forme di attivismo che si sviluppano negli ambienti digitali, si prevede un focus volto ad esplorare le caratteristiche dei segmenti giovanili e delle relative modalità dell’uso di internet e delle applicazioni internet-based ai fini partecipativi per riuscire a distinguere i diversi livelli di coinvolgimento e di impegno nella vita pubblica e nelle forme di espressione democratica, in termini di intensità, frequenza, inserimento nei network attoriali, atteggiamento propositivo e creativo, etc. A tal fine, il lavoro di analisi sarà impegnato nelle ricerca degli indicatori utili e nella costruzione di indici efficaci nel rappresentare atteggiamenti tipo - e relativi segmenti giovanili - nell’uso delle tecnologie finalizzato al civic engagement e all’impegno pubblico nelle sue varie forme.

StrutturaDipartimento di Scienze Politiche e della Comunicazione/DISPC
Tipo di finanziamentoFondi dell'ateneo
FinanziatoriUniversità  degli Studi di SALERNO
Importo1.689,00 euro
Periodo20 Novembre 2017 - 20 Novembre 2020
Gruppo di RicercaLEONE Stefania (Coordinatore Progetto)
BOLCATO MARIA YLENIA (Ricercatore)
CAPONE CLAUDIA (Ricercatore)
PASCA VENERE (Ricercatore)