FAQ

Supporto FAQ


Alla segnalazione dello studente ricevuta via email di essere inserito nella classe virtuale, il docente risponde inviando il link del TEAM oppure il relativo codice, come indicato nelle istruzioni alla pagina

https://web.unisa.it/didatticaonline/organizzazione/istruzioni-per-attivita-fad

Chiede al tecnico di supporto oppure al docente di riferimento di segnalare il problema tramite un ticket sul canale tematico:

FAD_Richiesta_Attivazione_Classe_Virtuale

Chiede al tecnico di supporto oppure al docente di riferimento di aprire un ticket sul canale tematico:

FAD_ Composizione_Classe_Virtuale

per ottenere la lista di studenti frequentanti, con relativo indirizzo email.

Nel caso in cui il docente abbia la necessità di creare un’aula virtuale per un corso con oltre 250 studenti può calendarizzare due lezioni, da effettuarsi in contemporanea, in cui suddividere gli studenti. Di seguito viene riportata la procedura da seguire:

  • Avviare il browser (si consiglia di utilizzare Google Chrome).
  • Recarsi sulla pagina www.office.com , avviare l’applicazione Microsoft Teams ed entrare nella sezione calendario di TEAMS.
  • Selezionare “Nuova riunione”, immettere i parametri per la creazione della lezione (titolo, data, orario, canale, ecc), dopo aver terminato l’immissione dei parametri selezionare “invia”. Nel titolo della riunione si suggerisce di inserire “Lezione di- titolo insegnamento- studenti dalla A alla M” (o altre eventuali partizioni che si intendono adottare per la suddivisione degli studenti).
  • Accedere alla sezione calendario di Teams, selezionare nuovamente “Nuova riunione”, immettere gli stessi parametri della lezione precedente, dopo aver terminato l’immissione dei parametri selezionare “invia”. Nel titolo della riunione si suggerisce di inserire “Lezione di- titolo insegnamento- studenti dalla M alla Z”.
  • Sul canale del team per il quale sono state programmate le due lezioni, inserire un avviso per comunicare agli studenti dalla A alla L di connettersi alla prima riunione e agli studenti dalla M alla Z di connettersi alla seconda riunione.
  • Tornare alla sezione calendario di Teams e connettersi alla prima riunione.
  • Aprire una nuova finestra o una nuova scheda sul browser, recarsi su www.office.com , entrare nella sezione calendario di Teams, e connettersi alla seconda lezione.

A questo punto il docente si troverà contemporaneamente connesso a due aule diverse e potrà avviare la lezione.

E’ opportuno precisare che la suddetta soluzione presenta le seguenti limitazioni:

  • La procedura funziona solo da browser. Non è quindi possibile utilizzare l’applicazione Teams.
  • Gli studenti della prima riunione non possono comunicare con gli studenti della seconda riunione e viceversa. Il docente può comunicare con tutti contemporaneamente.
  • È possibile condividere lo schermo, ma, allo stato attuale, sembrano sussistere problemi relativi alla condivisione dell’audio di sistema (è problematico far ascoltare agli studenti file audio o l’audio di video che vengono mostrati durante la condivisione dello schermo).

Accede alla sua area web di ESSE3, Area Docente, Studenti in aula, seguendo le indicazioni contenute nella Guida

Deve scrivere una email, dal suo indirizzo di posta istituzionale @studenti.unisa.it, al docente che tiene la lezione, chiedendogli di essere ammesso alla classe virtuale.

Consultare le pagine di documentazione disponibili sul sito, nella sezione “Esami di profitto a distanza

Deve scrivere una email, dal suo indirizzo di posta istituzionale @studenti.unisa.it, al docente Presidente della Commissione dell’appello, chiedendogli di essere ammesso alla classe virtuale dell’appello, dichiarandogli, contestualmente, di essersi regolarmente prenotato all’appello dalla propria area web di ESSE3. Si ricorda che, come indicato espressamente nelle pagine di documentazione relative agli esami di profitto a distanza, non è possibile essere ammessi all’esame senza essersi preventivamente prenotati all’appello su ESSE3, esattamente come avviene per gli esami in presenza.

Il problema è legato alla mancata creazione da parte di Microsoft di un profilo Sharepoint, avviata segnalazione in attesa di risoluzione

Per la creazione della CALL deve essere prima selezionato il canale altrimenti i contenuti sono visibili a tutto l’ateneo.

Lo studente dovrà modificare la password CAU accedendo alla pagina: https://auth.unisa.it/change-password e attendere qualche minuto prima di riprovare l’accesso a Teams.

Con riferimento all'articolo Teams- Can I delete post from student in conversations? sembrerebbe che questa opzione sia disabilita di default.

Una riunione di Teams si annulla accedendo alla pagina delle informazioni della riunione (ad esempio tramite il calendario) e cliccando sul tasto Annulla

Come risulta nel documento Manage a live event recording and reports in Teams, le registrazioni di Teams non sono salvate in Stream.

Recordings from live events produced in Teams are currently not saved in Microsoft Stream. You can download the recording from the meeting details and upload it manually to Microsoft Stream after the event.

Per accedere alle registrazioni bisogna accedere ai dettagli dell'evento (tramite il calendario) e visualizzare le Risorse di Eventi Live che saranno disponibili dopo l’evento.

Al momento non è possibile condividere direttamente un video salvato su Microsoft Stream ad utenti esterni all'organizzazione (sia di altra organizzazione sia anonimi)

Si veda al proposito il documento Condividere i video in Microsoft Stream

La funzionalità dovrebbe però essere introdotta nell'ultimo trimestre del 2020 come risulta in:

https://www.microsoft.com/en-us/microsoft-365/roadmap?filters=Microsoft%20Stream#owRoadmapMainContent

È un problema che può avvenire se ci si connette da browser e come ospite. Consiglio di non aprire altre funzioni nel mentre e di disattivare la funzione di auto stand-by o di risparmio energetico.

Mai accavallare voci. E’ consigliabile che sia acceso solo il pc di chi sta parlando, magari interpellato direttamente dall’interlocutore precedente. E’ consigliabile un test con la chiamata di prova automatica del sistema dove il livello del microfono è compreso in un picco che va tra il 70% e l’80% della barra totale. Il sistema è dotato di un plug-in audio che elimina i rumori di fondo e funzionando come gate audio (processore di segnale che elimina i rumori a certe frequenze e ad una soglia di intervento di circa -45db). Posizionarsi in un ambiente sufficientemente silenzioso, possibilmente non vuoto da arredi o suppellettili e parlare ad un’intensità di voce normale ad una distanza di circa 50 cm dal microfono. In alcuni casi, gli auricolari degli smartphone, qualora collegabili, sono consigliati.

Effettuando un test dal link: https://www.speedtest.net/ i parametri consigliati sono di 1,5MB in upload e 5MB in download. Sotto questa soglia possono riscontrarsi problemi. Si consiglia di usare una rete cablata e l’applicazione di Teams (se si accede come ospite utilizzare Google Chrome). E’ consigliabile altresì sganciare dalla rete device non utili ad utilizzare il servizio. Qualora i disservizi dovessero continuare, è possibile se la qualità della rete cellulare lo permette, di collegare lo smartphone in hotspot oppure scaricare l’app da smartphone.

A prescindere dalla qualità della webcam e della rete, posizionarsi in luoghi sufficientemente illuminati o con una fonte luminosa che provenga frontalmente, meglio se la luce proviene in obliquo su una ripresa a mezzo busto (in gergo tecnico inquadratura di quarta americana).

Inviare al docente l’eventuale nuovo documento attraverso la email con una scansione o una foto fronteretro. Si ricorda che il docente può accedere al documento in ESSE3 che deve essere il medesimo esibito. Pertanto, aggiornarlo nella sezione specifica dalla sezione private studenti di ESSE3.

Contattare l’ufficio DSA dalla sezione https://www.disabilidsa.unisa.it/.

<